I gatti

July 19, 2010

Gl’innamorati fervidi ed i sapienti austeri
amano entrambi, nella stagione matura,
i gatti dolci e possenti, di cui la casa s’onora,
anch’essi, come loro, freddolosi e sedentari.

Amici della scienza e della voluttà,
cercano il silenzio e l’orrore delle tenebre;
l’Erebo li farebbe suoi galoppini funebri
se al servizio piegassero la loro dignità.

Assumono pensosi le nobili attitudini
delle sfingi sdraiate nelle remote solitudini
che paiono addormentarsi in un sogno senza fine;

hanno reni feconde piene di magiche scintille,
e particelle d’oro, come una sabbia fine,
vagamente costellano le mistiche pupille.

~ Baudelaire, “Les fleurs du mal”.

%d bloggers like this: