Cielo coperto

July 31, 2010

Il tuo sguardo si direbbe coperto di nebbie;
l’occhio misterioso (è azzurro, grigio o verde?)
di volta in volta tenero, sognante, crudele,
riflette l’indolenza e il pallore del cielo.

Ricordi quei giorni bianchi, tiepidi e velati,
che fanno sciogliere in pianto i cuori stregati,
quando, agitati da un male ignoto che li torce,
i nervi troppo svegli irridono lo spirito che dorme.

A volte somigli a quegli orizzonti luminosi
che accendono i soli delle stagioni brumose…
Come risplendi, umido paesaggio infiammato
dai raggi che piovono da un cielo annuvolato!

Donna pericolosa, affascinanti atmosfere!
Adorerò perfino la tua neve e i vostri geli,
e saprò procurarmi dall’implacabile inverno
piaceri acuminati più del ghiaccio e del ferro?

~ Baudelaire, “Les fleurs du mal”.

%d bloggers like this: