Il nemico

September 11, 2010

« La mia giovinezza non fu che un tenebroso uragano
attraversato qua e là da soli splendenti;
la pioggia e il tuono hanno fatto un tale scempio
che pochi frutti vermigli restano al mio giardino.

Eccomi arrivato all’autunno delle idee
e occorre lavorare di pala e di rastrelli
per rimetter in sesto l’inondato terreno
dove l’acqua scava buche grandi come tombe.

Chi sa se troveranno, i nuovi fiori che sogno,
in questa terra lavata come una nuda riva,
il mistico alimento che fa il loro vigore?

O dolore! dolore! Il Tempo divora la vita,
e l’oscuro Nemico che ci corrode il cuore
col sangue che perdiamo cresce e si fortifica! »

~ “Les fleurs du mal”, Baudelaire.

%d bloggers like this: