L’ideale

September 11, 2010

« Non saranno queste bellezze da vignetta,
prodotti guasti, nati da un secolo cialtrone,
dita da nacchere, piedi per stivaletti,
a poter soddisfare un cuore come il mio.

A Gavarni, poeta di tutte le clorosi
lascio il gregge ciarliero di beltà da ospedale,
poiché non posso trovare fra quelle pallide rose
un fiore che assomigli al mio rosso ideale.

Adatti a questo cuore profondo come un abisso
siete voi, Lady Macbeth, tempra possente al crimine,
sogno di Eschilo, schiuso nel clima degli austri;

oppure tu, grande Notte, figlia di Michelangelo,
che torci quietamente in una posa strana
le tue forme plasmate per le bocche dei Titani! »

~ “Les fleurs du mal”, Baudelaire.

%d bloggers like this: