May 7, 2011

« Gia’ per Lucrezio le lettere erano atomi in continuo movimento che con le loro permutazioni creavano le parole e i suoni piu’ diversi; idea che fu ripresa da una lunga tradizione di pensatori per cui i segreti del mondo erano contenuti nella combinatoria dei segni della scrittura: l’Ars Magna di Ramon Llull, la Kabbala dei rabbini spagnoli e quella di Pico della Mirandola… Anche Galileo vedra’ nell’alfabeto il modello d’ogni combinatoria d’unita’ minime… Poi Leibniz… »

~ “Lezioni Americane”, Italo Calvino.

%d bloggers like this: