May 29, 2011

« Raccontava Anatole France, con l’amabile scetticismo che talvolta gli impediva di capire, che un giorno un marinaio aveva mostrato a Baudelaire un feticcio africano, “una piccola testa mostruosa intagliata da un povero negro in un pezzo di legno. — E’ proprio brutta, disse il marinaio. E la buttò via con sprezzo. — Fate attenzione! disse Baudelaire inquieto. Potrebbe essere il vero dio!”. Fu la sua più ferma dichiarazione di fede. »
~ “La folie Baudelaire”, R. Calasso.

%d bloggers like this: